Civic8

Ristrutturazione di appartamento a Firenze, 2017

Il progetto ha riguardato la ristrutturazione di un bilocale situato al primo ed ultimo piano di un terratetto a Firenze, nel quartiere di Careggi; la cliente, una giovane radiologa, desiderava rivoluzionare il concetto spaziale della casa per creare un ambiente più funzionale alle sue esigenze e per migliorarne l’esposizione e l’apertura verso il verde.

L’obiettivo progettuale principale che ci siamo posti è stato quello di migliorare l’orientamento e quindi la luminosità della casa, invertendo la zona giorno, originariamente esposta a nord, con la zona notte. Superata la porta d’ingresso dell’appartamento ci si trova davanti una scala rivestita in legno che porta alla zona disimpegno da cui poi si accede tramite un’ampia cerchiatura alla zona giorno. L’apertura di questa cerchiatura consente alla luce naturale di giungere più in profondità all’interno degli ambienti, illuminando così anche la zona disimpegno. L’ambiente dedicato a soggiorno/pranzo, esposto sud, è dotato di una porta finestra di accesso alla terrazza che affaccia su un’ampia zona verde ad uso privato molto silenziosa. Per sfruttare al meglio gli spazi e le altezze interne abbiamo pensato alla realizzazione di un piccolo soppalco in legno al fine di recuperare il sottotetto (originariamente inaccessibile) e di dedicare il piano sottostante ad angolo cottura e sala da pranzo. La luce naturale che penetra dalle due grandi velux a tetto rende l’ambiente molto piacevole da vivere. Per sottolineare la semplicità e la purezza dello stile di questo progetto si è scelto di utilizzare per il soppalco un tipo di solaio ligneo in xlam di basso spessore senza quindi dover far uso nè di travi nè di travetti e rendendo la superficie sottostante liscia ed uniforme. Lo spazio della cucina è delineato da linee pulite e geometrie essenziali che si creano con il taglio di pavimento in gres che ne delimita nettamente l’area rispetto alla pavimentazione in parquet utilizzata nella restante zona giorno. L’angolo cottura è stato disegnato totalmente su misura per potere essere integrato al meglio nello spazio in cui si trova; i moduli della cucina formano un piano ad “L” che si integra perfettamente con la scala che porta al soppalco. La scala, leggera e sottile, è stata disegnata anch’essa su misura e realizzata in lamiera piegata per poter riprendere il color ferro delle cerchiature e dei parapetti della casa. Lo studio dei materiali e dei colori utilizzati per le finiture ha permesso di migliore la vivibilità della casa: l’uso di colori tenui permette di rendere più luminosi gli ambienti. L’uso delle luci, in prevalenza a led, ne sottolineano le forme e le geometrie semplici. I controsoffitti della zona giorno verranno totalmente demoliti per riportare a vista l’andamento del tetto inclinato e sfruttare quindi la totale altezza dello spazio interno. La copertura stessa verrà coibentata e chiusa con cartongesso così da ritrovare una superficie uniforme bianca che renderà l’ambiente molto più luminoso.

 

 

logo anit logo lignius