Casa F+M

Casa di paglia bifamiliare ad alta efficienza energetica con pareti in legno prefabbricate, Signa (FI)

All’inizio del 2015, una famiglia si è rivolta al nostro studio chiedendoci di elaborare un progetto per costruire una casa di paglia con due distinti appartamenti su terreno di loro proprietà. Le richieste erano semplici: costruire in bioedilizia, utilizzando la paglia come isolante, ed avere una abitazione ad elevata efficienza energetica.

Il posizionamento del terreno rendeva tutto ancora più interessante: si tratta infatti di un lotto di completamente del tessuto edilizio di una piccola cittadina alle porte di Firenze. Abbiamo quindi disegnato un volume dalle forme semplici, per minimizzare le dispersioni, ma ben orientato e adeguatamente dotato di aperture. Ma l’aspetto innovativo ha riguardato la progettazione strategica della struttura portante in legno, sviluppata per raggiungere un duplice obiettivo: velocizzare al massimo il cantiere tramite la prefabbricazione di tutta la struttura in legno, e facilitare la posa dell’isolante, costituito da balle di paglia. Abbiamo quindi disegnato una struttura a telaio sulla base delle misure della balla di paglia, e l’abbiamo coperta con una tetto a doppia falda isolato con fibra di legno e ventilato. La struttura di legno della casa di paglia, ideata e disegnata dal nostro studio, è stata realizzata in officina in circa due settimane da Campigli Legnami; è composta da un telaio platform in legno lamellare, controventato da un pannello di Fermacell, un pannello in gessofibra certificato per la bioedilizia. Il montaggio della casa fino al tetto è durato circa 1 mese e mezzo. Questo sistema ha permesso di contenere notevolmente i costi di realizzazione, anche grazie all’impiego di poca ferramenta nella struttura in legno, e di massimizzare la velocità di costruzione in cantiere, riducendo il più possibile l’esposizione agli imprevisti metereologici, aspetto fondamentale nelle case in paglia. La casa è stata poi isolata velocemente utilizzando le balle di paglia,  semplicemente posate nei loro alloggiamenti, e completata con intonaci in calce naturale Calceforte, finiti con una tinta a calce grassa San Tommaso, che verrà protetta da uno strato finale di protettivo a base di cera d’api. I due appartamenti che compongono l’edificio sono dotati ciascuno di una pompa di calore per le esigenze di riscaldamento,  e di una pompa di calore specifica per la produzione di acqua calda sanitaria. Ciascun appartamento è dotato di  4 kW di pannelli fotovoltaici, per massimizzare l’uso delle energie rinnovabili. Gli ambienti sono stati ben orientati, e ciascun ambiente è dotato di termovalvole per massimizzare gli apporti solari gratuiti ed efficientare al massimo i consumi energetici. Grazie a queste dotazioni, ciascuno dei due appartamenti (di superficie calpestabile 105 mq) avrà un fabbisogno di energia elettrica per riscaldamento stimato a 1 413,17 kWh/anno ed un fabbisogno di energia elettrica per la produzione di acqua calda sanitaria di 854,52  kWh/anno, dati che comprendono l’apporto del fotovoltaico. Stante gli attuali prezzi dell’energia (0,16 euro al kWh circa), la spesa annuale complessiva per appartamento è stimata a circa 500 euro. Entrambe le case sono prive di allaccio alla rete del gas. Una velux sul vano scale con sensore anti pioggia funge da camino solare, per scaricare l’appartamento da eventuali picchi di calore estivo, e per illuminare naturalmente le scale, abbassando i consumi per l’illuminazione artificiale. L’impianto di illuminazione è stato progettato con strisce luminose di led a basso consumo. Le acque per lo scarico dei wc provengono da una cisterna di raccolta delle acque piovane da 5000 litri. Il lato sud sarà dotato di un porticato con rampicanti spoglianti per schermare naturalmente il piano terra dai raggi solari nella stagione estiva, e permetterne l’ingresso in inverno. La tecnica utilizzata per questa casa in paglia è una nostra reinterpretazione della tecnica GREB. Hanno collaborato con noi alla progettazione e realizzazione di questo edificio: La Fabbrica del Sole (fotovoltaico), Exilo (calcoli strutturali), Papini Impianti (realizzazione impiantistica idro termo sanitaria),  Campigli Legnami (realizzazione struttura in legno e tetto).

  • TIPO DI INTERVENTO:
    Nuova costruzione in bioarchitettura
  • CLASSE ENERGETICA STIMATA:
    A4
  • TIPOLOGIA DI ISOLANTE:
    Ballette di paglia, Fibra di legno
  • TIPOLOGIA DI STRUTTURA :
    Struttura prefabbricata in legno lamellare
  • IMPIANTO TERMO SANITARIO:
    Pompa di calore
  • FONTI RINNOVABILI:
    Pannelli fotovoltaici
  • FINITURE:
    tinture ed intonaci in calce naturale
logo anit logo lignius